Debiasi

Ci sono cose che ancora mi prendono il cuore, lo stomaco e lo rivoltano, è come una sensazione di paura, ma a differenza di essa questa è piacere, è vita, è gioia, è invidia per quello che non sai fare e soprattutto non sai pensare, ma è orgoglio per quello che sai apprezzare.

il grande pianto

Giuseppe Debiasi – il grande pianto

Donna in grande

Giuseppe Debiasi – Donna in grande

Primo e secondo

Giuseppe Debiasi – Primo e secondo

Autunno_13

Giuseppe Debiasi – Autunno

Autunno_30Giuseppe Debiasi – Autunno

Per tutto il resto c’è il link lì a fianco che se ci clicchi sopra sorprendentemente questo sito scompare e compare quello del Sig Debiasi.

Cosa diavolo è questo liquido?

E’ l’idea ad essere sbagliata. Non puoi pensare che un ragazzino di 13 anni, che ha in mente solo la preoccupazione di avere una malattia grave dato che dal suo pene è fuoriuscito un liquido di cui ignora la provenienza, possa seriamente pensare a cosa diventerà tra 20 anni.

Come fa a pensare a tra 20 anni quando è angosciato dal pensiero che dovrà abbracciare per l’ultima volta i suoi genitori visto che il suo corpo perde liquidi.

E’ impossibile ciò.

Per questo secondo me a tutti gli individui andrebbe data una seconda possibilità nella vita del tipo:

Eurocobra: "Salve sono Eurocobra ho 3# anni e vorrei giocarmi il giolly"

Sportellista: "bene… che scuola ha fatto nella sua prima chance?"

E.: "ehm… liceo scientifico…"

S.: "ah. Capisco. Compili i moduli della scuola superiore che intende frequentare per i prossimi cinque anni ed indichi i dati bancari in cui le saranno versati gli stipendi".

Si perchè l’idea geniale che ho avuto e che metterò in pratica appena diventerò zar di tutte le italie è che nel frattempo che tu ti ricostruisci una vita, lo Stato ti paga lo stesso stipendio che tu percepivi nella tua prima vita!

Geniale vero?

Poi quando finalmente avrai trovato la collocazione sociale e lavorativa più adatta a te e potrai quindi sostenerti di nuovo da solo, allora e solo allora lo Stato smetterà di versarti lo stipendio.

Ecco così creata una società più felice; società più felice vuol dire persone più ottimiste; persone più ottimiste vuol dire maggiori consumi e quindi ciao ciao crisi economica.

Occorreva fare un G25 per cercare la soluzione?

images

Nella foto: ragazzo vede il liquido uscire mentre sul tavolo deve barrare la x per la scuola da fare.