SCHNEEWITTCHEN

paganella
Eurocobra (2) sovraesposto, immerso nella neve fino alle ginocchia.

Qualche volta, quel che si dice del Trentino sulla carta patinata, corrisponde al vero.

In una società per bene, si dovrebbe poter sfangare in questa maniera la propria esistenza ogni giorno.

Altro che banche, altro che mutui.

Sei marzo

La prima considerazione che va necessariamente fatta è che Dio quando parla non dice cazzate tanto per dire. "Partorirai con dolore" è inesorabilmente vero.

Se partorissero i maschi, il mondo sarebbe probabilmente abitato da scarafaggioni alti due metri.

Un parto equivale ad un viaggio dall’inferno direttamente in paradiso senza passare per il via.

In ospedale le ostetriche sono persone meravigliose. I ginecologi sono dei duri.

In ospedale trattano i bambini come delle bambole, manca poco che ci giochino a rugby.

In ospedale i padri fanno tutti la figura dei fessi messi là non si sa bene perchè, con un eterno sorriso ebete stampato sulla faccia.

I padri si trovano sempre in farmacia di fronte all’ospedalea comperare l’olio vea, scambiandosi pacche sulle spalle.

La vita per un neonato non parte bene… un’ostetrica ti infila un grosso termometro per la temperatura nel sedere nella prima ora di vita infischiandosene delle grida disumane del neonato stesso.

Ecco, questi alcuni pensieri sparsi. Potrei come tutti i padri romanzare per ore degli ultimi 5 giorni, ma ci sono cose che davvero è difficile raccontarle se non si vivono in prima persona. E a quelli che si apprestano a viverle in prima persona o che le vivranno tra un po’ dico: “occhio che non è semplice”. Occorre molto e quando dico molto intendo moltissimo sangue freddo e occorre soprattutto trovare due palle così per sopportare tutto.

La ricompensa è ovviamente indescrivibile.

Poi ora sarà tutta da ridere o da piangere… ho già insultato mia figlia un’infinità di volte la notte scorsa dandole della rompicoglioni e della stronzetta. Certo alle cinque del mattino con un esserino che nonostante ore di poppate continua a strepitare come un’aquila non è facile… e siamo solo alla seconda notte.

Ma comunque non mi perdo d’animo. Guardo fuori ed è spuntato il sole e non potrà che essere una meravigliosa giornata per la piccola.

Grazie a tutti.